Archivi categoria: Blog

La vacanza a Mykonos per una estate mediterranea

L’estate è alle porte: le vacanze si devono progettare. Una delle mete più ambite del 2019 è la Grecia ed in particolare l’allegra e vitale Myknos. Tantissimi sono i voli low cost che partono dai maggiori aeroporti italiani ma tra le tante offerte spiccano quelle proposte dal noto brand del settore turistico Alpitour .
Mykonos è l’isola della Grecia dove almeno una volta nella vita bisogna andare.

Ci sono stata ed è per questo che vi segnalo alcune idee per un soggiorno entusiasmante. Case bianche, finiture e cupole azzurre, geranei, fiori profumatissimi e serate all’insegna del divertimento la caratterizzano.

Cosa fare a Mykonos

  1. Una passeggiata lungo Matoyianni: si tratta della strada più importante di Mykonos, qui
    lo shopping è una esperienza esilerante. La strada è un particolare vicolo greco lungo, stretto
    e poetico. Parte dal porto vecchio e arriva fin a Little Venice. Lungo il percorso bar,
    ristoranti, negozi e locali molto interessanti. Una atmosfera a metà tra un antico borgo greco
    ed una delle più grosse metropoli europee.
  2. Musei: come in ogni angolo della Grecia i musei sono tappa fondamentale. A Mykonos
    troviamo il Museo archeologico, con tantissimi reperti archeologici provenienti da
     Rhina, Paros e Delo. Curioso poi I il Museo Marittimo dove si può osservare persino una
     flotta pre-micenea e tantissime altre curiosità della vita di mare. Non si può dimenticare di
    fare una visita al  Museo del Folklore e al Museo dell’Agricoltura  e, se si ha tempo, voglia e
    curiosità bisogna fare un salto a  Casa di Lena una abitazione tipica tutta da scoprire.

Spiagge a Mykonos da non perdere
Un’isola è circondata dal mare e le spiagge cambiano secondo il vento, la marea e la location, qui
c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

  1. Agrari beach: si tratta di una spiaggia super attrezzata perfetta per tutti. Atmosfera
    rilassante, acqua trasparente e tantissimo sole. Non è facile arrivarci ma ne vale la pena.
  2. Ftelia: è una delle baie più ampie e belle della costa nord. Perfetta per chi ama il vento e gli
    sport di mare risulta sempre molto tranquilla e scarsamente affollata. Si raggiunge
    facilmente ed è nei pressi di Chora.

musement e viaggi leggero

Buongiorno!

Finalmente è arrivata la primavera e si sta avvicinando anche Pasqua, avete in programma una gita fuori porta?

Se sì mi sento in dovere di condividere con voi un’interessante scoperta fatta da poco, Musement.com, una piattaforma on line dove è possibile prenotare tour guidati, ingressi ai musei, attrazioni, esperienze di viaggio etc… in tutto il mondo.

Sì, avete capito bene, c’è in programma un weekend a Firenze e non avete pensato a nulla? Niente panico, con Musement potrete portarvi avanti acquistando i biglietti salta fila per la Galleria degli Uffizi oppure prenotare una visita guidata del Duomo; se siete dei pigroni e non avete voglia di pensare a nulla ci pensano loro!! Basta contattare il team che organizzerà il vostro viaggio di gruppo in tutto e per tutto.

Non è finita!

Se scaricate l’app sarà una valida guida con “tips and trick” su che fare dove mangiare per non lasciare nulla al caso ed essere certi di godervi il tempo nel miglior modo possibile.

Allora, vi è venuta voglia di partire? Con Musement è meno stressante e più divertente!

per New York puoi prenotare in anticipo ad esempio la visita guidata alla Statua della Libertà od il tour nei luoghi iconici di Sex & the City!!!!
per Barcellona portati avanti con i biglietti per lo stupendo park Guell (io l’ho amato!) o per visitare la casa di Gaudì

Le camere ad ore sono glamour 

Le camere ad ore sono glamour 

Una volta quando si parlava di camere ad ore, il pensiero andava subito a brutti o comunque anonimi posti in periferia o magari addirittura sulle strade statali o provinciali lontani dalle città e da sguardi indiscreti dove consumare relazioni extraconiugali o comunque clandestine. Ma oggi è davvero cambiato tutto e i Day Break Hotels rappresentano una scelta incredibilmente glamour per le coppie che magari vogliono concedersi qualche ora di relax lontani dalla routine quotidiana e dal conseguente stress generato dai troppi impegni per via del lavoro, della famiglia e di chissà cos’altro. Stiamo poi parlando di strutture a 4 e 5 stelle per una permanenza se pur breve davvero super lussuosa e completa di tutti i comfort che abbiamo sempre desiderato avere.

Gli Hotel ad ore sono sempre più utilizzati anche dagli uomini e le donne d’affari magari per passare qualche ora di relax tra l’arrivo di un aereo e quello di un treno visto che ci sono anche strutture vicino ad aeroporti e stazioni. Vale ovviamente anche per chi è appena tornato da una vacanza intercontinentale e con il fuso orario da smaltire appena rientrati. Queste strutture infatti, al top dei servizi, propongono spesso anche servizi aggiuntivi come le SPA, un vero toccasana per il nostro corpo e la mente e alcune di esse propongono anche sale meeting, incredibilmente utili per ottimizzare i tempi. Così dunque magari ci si può riposare per qualche ora, incontrare i nostri contatti di lavoro e poi ripartire verso le prossime destinazioni che abbiamo in agenda.

Visto che poi San Valentino è vicino e magari lo si vuole passare in modo diverso rispetto al consueto, ci sono tante proposte pensate appositamente per viverlo in maniera veramente speciale con il nostro partner e con pacchetti che presentano appunto servizi extra come la presenza di un idromassaggio in stanza, le già citate SPA e perfino dotazioni speciali in camera come un grandissimo letto rotondo.

Se poi volete dare un tocco ancora più frizzantino al vostro San Valentino o a qualsiasi altro giorno dell’anno c’è la possibilità di effettuare la prenotazione dei mistery hotel. Di cosa si tratta? Semplicemente si prenota un hotel all’interno del sito e si scopre il suo nome e la sua locazione esclusivamente quando la prenotazione è già stata completata. Oltre al fatto che si riceve uno sconto importante rispetto al prezzo abituale che avreste pagato, è un gioco simpatico da fare magari per scoprire un angolo di una città che non si era mai visto prima ed appunto con la componente “mistery” nell’era dell’informazione globale sul web, si riesce comunque a dare un pizzico di avventura al nostro breve soggiorno lontani da casa.

Anche in questo campo poi, ci sono ovviamente le offerte last minute e dunque, visitare il sito anche all’ultimo per verificare la disponibilità di prezzi ridotti in caso di qualche imprevisto lavorativo o un desiderio di relax ed intimità nato proprio all’ultimo, vi consente di scoprire la disponibilità a prezzi vantaggiosi di una stanza per permanenze di alcune ore.

 

prada babe

Buongiorno,

manco sul blog con un nuovo outfit da un pò, quale migliore occasione per rientrare col botto mostrandovi uno dei regali di Natale che mi ha fatto Sandro, questo stupendo piumino di Prada!

Davvero bellissimo, è in raso nero, ha quel nero…che non saprei come definire, chic.

Ai piedi un reperto i miei mitici Dr Martens di millenni fa che ora più che mai che stanno spopolando.

bag-  Gucci

downjacket – Prada

boots – Dr Martens

sunnies – RayBan

 

 

viaggio in Giamaica

 

Giamaica: il paradiso in Terra

 

 

La Giamaica è uno dei posti più belli del mondo: un luogo dove andare almeno una volta nella vita. Un angolo di incanto tutto da scoprire qui: colori, musica, mare sapori, reggae e profumi rapiscono ognuno di noi.

E’ il luogo dei sogni: è il profumo di una vacanza di mare e relax. Dopo aver scelto tra le tantissimi offerte per la Giamaica programmare la vacanza è necessario.

 

Giamaica cosa vedere a Kingston

 

Premesso che la Giamaica è bella tutta è bene non dimenticare i  luoghi più belli almeno secondo me. Kingston è la capitale della Giamaica è la più grande città dove si parla la  lingua inglese nei Caraibi. Un luogo dove perdersi tra le vie dello shopping come King Street o Harbour Street, zona molto tradizionale tutta da scoprire ed ammirare.

 

  1. National Gallery: è la galleria nazionale giamaicana, una mostra d’arte permanente tutta da ammirare. Non manca ovviamente una bella statua dedicata a Bob Marley, qui si possono ammirare opere di  Dunkey John, David Miller e Tina Matkovic.
  2. Marley Museum: un museo che non ha bisogno di presentazioni, Situato al 56 Hope Road di Kingston è la casa del re del reggae. Merita una visita.
  3. Emancipation Park si tratta di un luogo interamente  dedicato alla liberazione della schiavitù. Un momento importante per la storia dell’isola e dell’umanità tutta. Il parco è da scoprire e visitare con massima calma.  
  4. Hope Zoo Kingston si tratta di uno zoo al nord della città. Qui si possono ammirare uccelli colorati ed animali di vario genere. Un panorama mozzafiato rapisce qualsiasi turista.

credit pescapescara.it

Spiagge da non perdere in Giamaica

 

 

In Giamaica a caccia di spiagge lo si va comunque. Incantevoli e belle tutte, quelle più facili da raggiungere Hellshire e Lime Cay nei pressi di Kingston e poi  Doctor’s Cave a Montego Bay. Non mancano altre belle location. Tra tutti deve per forza essere messa in rislato la La spiaggia di James Bond e del Dr. No: a 16 km da Ocho Rios. E’ situata  in Oracabessa Bay la notissima James Bond Beach. Anche Dolphin Cove è una location di mare e spiagge molto amata: qui però si può nuotare prestando massima attenzione alle bellezze locali che sono delfini e persino squali.

spiaggia Negril
travelfar.it

 

Cosa mangiare in Giamaicana

 

 

Qui in Giamaica il cibo è superlativo come ovunque in questa zona del Pianeta.  Qualche consiglio?

  • Accra: ovvero Crocchette di merluzzo utilizzate come aperitivo o per accompagnare drink
  • Peas and rice ovvero fagioli  aaiani cotti con riso, latte di cocco, carne di maiale
    Pepperpot soup : una piccantissima  zuppa di carne (spesso di maiale) con aggiunta di ortaggi locali.

Non mancano tantissimi piatti a base di pesce molto gustoso e fresco.

cuba da scoprire

 

  • Cuba da scoprire

 

 

Cuba, isola caraibica è un luogo da visitare e scoprire per chi ama viaggi avventurosi e culturali. Non solo cultura ed avventura ma anche tanto mare e divertimento in questa perla del mondo.

Mare da vivere, luoghi da scoprire.

Musica, aromi, colori, ritmi e passioni tutte locali invadono ogni angolo dell’isola.

Ho scelto di suggerirvi qualcosa da non perdere e ovviamente vi suggerisco ottime offerte per Cuba.

 

 

  • L’Avana: la Capitale elegante

 

L’Avana è la storica capitale di Cuba. Nata circa 500 anni fa ha oltre 2,2 milioni di abitanti, è il fulcro economico e politico dell’isola ed è tutto da scoprire tra zone ricche e contemporanee e luoghi dove sembra di essere fuori dal tempo.

Palazzi storici e quasi fatiscenti dell’Havana Centro arricchiti di moderni negozi e ristoranti rendono l’atmosfera magica e differente. Teatri, piazze e vicoli sono un bel contorno per una location in cui il tempo è sospeso.

Passeggiare a L’Avana regala emozioni particolari: si potranno notare piazze antiche e storiche zeppe di giovanissimi che cercano un wifi gratuito mentre nell’aria aleggiano i classici ritmi caraibici. Sembrerà di essere dentro un film il cui regista confuso ed impazzito cerca di colorare le scene già ricche.

L’Avana è una città che fa innamorare: ci si può perdere a camminare osservando ogni dettaglio restando affascinati da colori e decadenza ma anche dai ritmi afro-cubani del centro storico.

 

  • Le spiagge e mare da non perdere

 

Cuba è un paradiso per chi ama il mare: spiagge lunghe e bianche, acqua cristallina, location perfetta per chi ama gli sport d’acqua. Qui le spiagge da vedere e frequentare sono tutte anche se non può mancare una tappa a Cayo Coco e Cayo Guillermo.  Se si ama lo snorkelling e le immersioni allora Cuba è la location migliore. Una tappa da consigliare è quella di Maria La Gorda (a Pinar del Rio) poi , Cayo Levisa ( per ammirare il corallo nero), Cayo Largo, Playa Giron e Faro Luna.

 

 

  • Cosa mangiare e bere a Cuba

 

Cuba è il paradiso per chi ama mangiare bene: pesce fresco ogni giorno cucinato in modi in cui in genere non siamo abituati.
Ovviamente a Cuba si bene e si beve Rum. Il Rum è il liquore tipico cubano, semplice o gustato in ottimo cocktail qui è proprio l’originale. Incantevole e saporito è ad esempio  un fresco mojitos o un raffinato cubalibre.

A Cuba tutto è particolarmente buono e delicato, ricco di sapore e gusto.La frutta cubana è eccezionale: ananas, cocco, banana, papaya, guayaba, avocado e agrumi sono squisiti e differenti. Le verdure hanno un gusto antico, ottimo un piatto di riso in bianco con patate o legubi e poi non mancherannotuberi come la yuca o la malanga. Incantevole poi la  vianda frita. A Cuba bisogna assaporare moros y cristianos ovvero riso e fagioli neri ma anche le tostones.

Buon Viaggio!

 

(photo credit: casaparticularcuba.com)

guida ai regali per viaggiatori

 

Regali per i viaggiatori

Come quasi tutti gli anni eccomi a dare qualche suggerimento per i regali di Natale, questa volta mi sono concentrata su una tipologia di persona in particolare, chi ama viaggiare o chi lo deve fare per lavoro!

Ecco qui i miei suggerimenti

poster 100 posti da vedere nella vita

apri la finestrella dei posti che hai visitato e tieni sempre presente i tuoi futuri viaggi dei sogni;

 

mappamondo in sughero

un’altra simpatica idea per tenere traccia dei posti visitati nel mondo e sceglierne di nuovi;

Kit da viaggio

se il vostro viaggiatore è un lui è qui il kit da viaggio ideale con  acqua per il viso, una crema per il viso, salviette per la faccia (5 pezzi), spazzolino da denti e dentifricio Marvis;

 

Mascherine per occhi

se invece la viaggiatrice è una lei, sappiamo che dopo un lungo volo gli occhi, per l’aria secca o la mancanza di sonno, ne risentono molto, quindi delle mascherine rigeneranti sono l’ideale!

 

un regalo che sembrerà scontata ma che a mio parere è sempre una buona idea? Un bel libro. L’ideale per passare il tempo e rilassarsi sul treno o sull’aereo!

 

Buon viaggio Natale!

 

 

Torta salata con salmone e avocado

Torta salata con salmone e avocado

 

Ingredienti

 

  • Taralli all’olio di oliva (250 grammi)
  • Burro fuso (125 grammi)
  • Avocado maturi (2)
  • Robiola (400 grammi)
  • Succo di limone q.b.
  • Uova (1)
  • Amido di mais (40 grammi)
  • Basilico fresco q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Salmone affumicato a fette (250 grammi)
  • Pepe rosa q.b.
  • Foglie di mentuccia q.b.

 

Preparazione

 

La preparazione della torta salata con salmone e avocado va distinta in due fasi: per prima cosa la base, e solo in seguito il ripieno. Anche le decorazioni sono importanti, dunque sostanzialmente si arriva ad un totale di tre fasi. Per la preparazione della base occorre in primo luogo prendere un mixer e posizionare al suo interno i taralli. Poi serve frullarli, aggiungendo in seguito il burro fuso e dando un’ulteriore passata dentro al mixer. Tanto basterà per creare l’amalgama del composto, il quale dovrà essere poi trasferito all’interno di una tortiera rotonda di almeno 22 centimetri di diametro, ma solo dopo averla cosparsa di burro e di farina, se preferite potete usare degli stampi per tortina monoporzione. A questo punto serve prendere un cucchiaio e usarlo per livellare la superficie del composto, così da potergli dare omogeneità. L’ultimo step per la base è il seguente: mettere la tortiera in frigo e lasciarla riposare per tutta la durata della preparazione del ripieno.

 

Ora si passa appunto al ripieno, partendo dalla preparazione dell’avocado. Prima di proseguire, è il caso di sottolineare che si tratta di un frutto molto energetico e ricco di grassi sani. Questo frutto sudamericano, fra le altre cose, va molto di moda ed è anche facile da reperire in commercio. Non a caso, è oggi possibile trovare l’avocado nei principali supermercati, ma anche su e-commerce come Easycoop nelle sezioni online dedicate a frutta e verdura. Una volta reperito un avocado al giusto grado di maturazione, va tagliato e poi inserito in un mixer insieme alla robiola, l’amido di mais (da setacciare prima), il succo di limone, il basilico e l’uovo. Per insaporirlo, è bene aggiungere anche sale e pepe (q.b.) in questa fase. Fatto questo, è possibile azionare il mixer e frullare il tutto, fino a quando non otterrete un composto abbastanza omogeneo.

 

Adesso è arrivato il momento di togliere dal frigo la tortiera con la base e di riempirla con il composto mixato in precedenza. Prima di procedere, si consiglia di pareggiare il livello della salsa di avocado agendo con la base tonda del cucchiaio per pareggiare i bordi. Dopo aver pre-riscaldato il forno, la tortiera andrà messa al suo interno e cotta per 40 minuti circa, a 180 gradi. Trattandosi di un piatto freddo, prima di poterlo servire dovrete sistemarla nel frigorifero almeno per due ore.

 

A questo punto andrà aggiunto il salmone, un altro alimento molto salutare: tagliatelo a listarelle oppure adagiatelo a fette sulla superficie della torta cercando di disporle in maniera artistica. Potete poi abbellire ulteriormente il tutto con una spolverata di pepe rosa e con foglie di mentuccia, che renderanno questa torta salata ancora più fresca. Dopo una lunga, ma semplice, preparazione, ecco che la vostra torta con salmone e avocado è pronta per essere servita.

È meglio Maiorca o Minorca?

È meglio Maiorca o Minorca?

 

Per chi si appresta a partire per una vacanza, il dubbio tra “Maiorca o Minorca” rischia di essere più amletico di To be or not to be. Nessun problema, però, perché non esiste una scelta sbagliata: entrambe le isole meritano di essere visitate ed entrambe sono abbastanza eterogenee per consentirvi di vivere uno splendido soggiorno. Hanno però delle differenze, ed è con queste che dovrete fare i conti.

 

Perché Maiorca


Maiorca è l’isola più grande delle Baleari. Il suo centro principale, Palma di Maiorca, è anche il capoluogo dell’arcipelago ed è facile capire che, rispetto a Minorca, Maiorca sia più viva e frequentata. Sceglietela dunque se cercate il divertimento, le discoteche, lo shopping, i ristoranti e le spiagge affollate; troverete tutto questo, ma non solo questo. Palma infatti conta più di 400.000 abitanti ed è ricca di cultura: dalla cattedrale La Seu al palazzo reale dell’Almudaina, fino ad arrivare al museo d’arte contemporanea di Es Baluard, le alternative ai soggiorni scatenati sono molte. Allo stesso modo non mancano le calette isolate, come Cala Mondragó, ottima per fare snorkeling, e Cala Mesquida, ideale per il surf.

(foto FoxLife)

Perché Minorca

È chiaro però che se è la natura a interessarvi maggiormente, Minorca è una scelta più azzeccata. Rispetto alla sorella maggiore, quest’isola è ideale per chi ama rilassarsi: selvaggia – a tratti incontaminata – con spiagge stupende e nascoste, bagnate da acque splendide che è bello solcare su una tavola o scoprire in immersione. Minorca ospita inoltre il parco naturale di Albufera des Grau e ben due necropoli: Cales Coves (non troppo lontano da Maó, il capoluogo) e Cala Morell (a 7 chilometri da Ciutadella). Non che manchino i locali – è pur sempre una località turistica, e le opportunità di svago sono molte – ma in generale chi visita Minorca ha un’idea di divertimento diversa da chi sceglie Maiorca. Voi di quale gruppo fate parte?

(foto Isoladiminorca.com)